TOP 5 PERCORSI TREKKING (ANCHE IN INVERNO)

24 Novembre 2020

Nel Garda Trentino, gli sport outdoor si possono praticare in tutte le stagioni e il motivo è semplice: qui i sentieri di montagna si sposano con la dolcezza delle pianure, l’acqua tocca il cielo con un dito e il clima mediterraneo bacia ogni stagione. Oggi vi consigliamo 5 imperdibili percorsi trekking da vivere (anche) in inverno.

Qui nel Garda Trentino è sempre tempo di stare all’aria aperta! Il motivo? Ben più di uno, in realtà.

In primis il dolce clima mediterraneo che qui accarezza le stagioni rendendole piacevolmente miti, anche il “General inverno”! Anzi, proprio in questa stagione, praticare sport all’aria aperta, a contatto con la rigogliosa natura che abbraccia il Lago di Garda, è più che mai “sensoriale”.  I profumi di resina e rugiada, il dolce crepitio delle foglie secche sotto i nostri piedi, i caldi colori dei boschi che virano all’ambra. Con la giusta attrezzatura, l’inverno è fatto proprio per essere vissuto “sotto il cielo”.

Noi vi suggeriamo 5 imperdibili percorsi trekking da vivere anche in pieno inverno nel Garda Trentino quando, in giornate soleggiate e con temperature miti, i boschi saranno la vostra palestra naturale.

5 imperdibili percorsi trekking

# Garda Trek Low Loop. La corona “bassa” del Garda Trek che in due tappe fa conoscere le cittadine del Garda Trentino grazie a itinerari poco battuti e strade secondarie, è uno dei percorsi trekking più amati da ogni visitatore. Di difficoltà media e ideale per chi non vuole cimentarsi in percorsi troppo impegnativi, questa corona vi permetterà di “abbracciare” questo territorio fatto di bellissime spianate incastonate fra alte e verdeggianti montagne ma anche chiesette, borghi antichi e splendidi vigneti.

# Busatte-Tempesta. Tre aggettivi: panoramico, mozzafiato, imperdibile. Questo facile itinerario a picco sul lago nasconde un’insidia che ne è al contempo la sua bellezza: ben 400 gradini in ferro distribuiti in tre scalinate, costruiti per superare la parte più ripida del percorso. Una volta il sentiero delimitava il confine con l’Italia nell’Impero austro-ungarico, oggi si è attestato come uno dei più bei percorsi d’Europa, super panoramici (portate con voi la macchina fotografica o il vostro smartphone!) e perfetti per allenare corpo e spirito. Se affrontato al primo pomeriggio, con il “sole in fronte” per citare una celebre canzone, attendendo il romantico tramonto vedrete colorarsi di rosa-arancio le acque del lago. E sarà subito magia.

# Punta larici: un classico imperdibile del Garda Trentino da immortalare e condividere sui vostri canali social. Questo itinerario, di media difficoltà, è uno dei percorsi più conosciuti per ammirare il Lago di Garda in tutta la sua maestosità. Appena tre chilometri di camminata per godere di una vista impagabile sul lago più grande d’Italia. E, se volete, potete persino concedersi un goloso picnic con i prodotti a km 0 appena acquistati.

# Coste di Baone: un anello facile di soli 5 km tra il Castello e l’olivaia di Arco che offre meravigliosi scorci sulla Busa e sul Lago di Garda. Qui i profumi di piante aromatiche si intensificano via via. Nelle terse giornate invernali, le essenze mediterranee si mescolano a un paesaggio tipicamente montano, con il Monte Baldo innevato e le azzurre acque del Garda a creare un equilibrio perfetto che sembra impossibile. Anche gli oliveti sono parte integrante del paesaggio, il panorama a 360° su tutta la”busa” sembra fotografare perfettamente la bellezza quasi ossimorica del Garda Trentino. 

# Marocche di Dro. Ben atterrati sulla luna. Se quello che stavate cercando è un’escursione trekking facile in un ambiente davvero unico, fuori dal tempo e dallo spazio, quest’area protetta fa al caso vostro. Nata da una grande frana in epoca post-glaciale, questo itinerario vi farà addirittura ammirare impronte di dinosauro risalenti a oltre 100 milioni di anni fa! Le “marocche” (grandi sassi, in dialetto), sono il “deserto” del Garda Trentino e in inverno sarà davvero un’escursione molto piacevole, persino più che in estate quando la calura scalda le marocche rendendo l’aria ancor più calda.

Qualche consiglio?

  1. Controllate sempre bene le previsioni meteo.

[fonte testo sito www.gardatrentino.it]